.
Annunci online

aletheia
Il blog di Clelia Mazzini


Diario


13 marzo 2005


Wilhelm Hammershoi - Interno con ragazza al pianoforte (1901, part.)C'è un mondo senza spazio, senza colori, senza cielo, senza aromi, senza suoni, senza vento, senza moto, senza onde, senza odori, senza fiori ed è lo spazio dell'interiorità: paesaggio sterminato e spesso desertico, a volte impassibile, altre mutevole. Là si avvicendano le forme del pensiero, i desideri, i sogni, le certezze, i timori. Là ogni persona è sola e là, se lo vuole, compie (od omette di compiere) gli atti fondamentali della sua vita, quelli che sono il motore stesso della sua coscienza. In quello spazio che nessuno può materialmente definire, perché è invisibile e immateriale, che non è realmente né nel cervello né nel cuore (e non nel sangue che scorre o nelle parole che vanno), che non è nei gesti o nello sguardo, là alberga la consapevolezza ed è sempre là che pronunciamo (o rifiutiamo di pronunciare) due parole, alte e solenni, che danno significato ad ogni singola esistenza: "Io sono".

Al modo delle foglie che nel tempo
fiorito di primavera nascono e ai raggi del sole rapide crescono,
noi simili a quelle per un attimo
abbiamo diletto del fiore dell'età
ignorando il bene e il male per dono dei Celesti.
Ma le nere dee ci stanno sempre a fianco,
l'una con il segno della grave vecchiaia
e l'altra della morte. Fulmineo
precipita il frutto di giovinezza,
come la luce d'un giorno sulla terra,
e quando il suo tempo è dileguato
è meglio la morte che la vita.

Mimnermo
________________________________________________________________

Humphrey Bogart e Paul Henreid in Casablanca di Michael Curtiz (1942)- ...Ma vi siete mai chiesto se ne vale proprio la pena, se il gioco vale la candela?
- Sarebbe come chiedere perché respiriamo. Se non respiriamo moriamo, se noi cessassimo di combattere il mondo perirebbe.
- E che importa? Così finirebbero le sue miserie.
- Sapete a chi somigliate? A un uomo che cerca di convincere se stesso di qualcosa a cui egli non crede. Ognuno ha il suo destino, buono o cattivo che sia.
- Sì, capisco bene.
- Non si direbbe. Si direbbe invece che cerchiate di sfuggire a voi stesso: non ci riuscirete mai...


Rick Blaine (Humprey Bogart) e Victor Laszlo (Paul Henreid) in
Casablanca di Michael Curtiz
________________________________________________________________
Da visitare e leggere:
I blog e gli articoli segnalati oggi
Ultima recensione in Biblioteca: Lieder




permalink | inviato da il 13/3/2005 alle 2:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
alba pratalia aràba
non opinari sed scire
lingua facunda
archâios historía
voyages sentimentales
perí tinos
mŷthoplásteo
mousiké téchnē
leviores artes
leopardiana
conferre parva magnis
...we, the memories...
qualcosa di me

VAI A VEDERE



Leggi (se vuoi)

I blog e gli articoli segnalati oggi
(continuamente aggiornati)


Visita la
Biblioteca di alètheia
Libri, blog, articoli
e siti in evidenza
Ultimo libro negli scaffali

Informazione



La Biblioteca è dotata di un motore di ricerca interno.
Quello relativo a questo blog è posto invece qui in basso.

alètheia è dedicato a...

Galassia Blog
I blog che leggo

Interconnessioni
Per un elenco dei siti segnalati


Indice completo degli
articoli di
alètheia

Anno 2005
Anno 2004

Blog nato il 7 maggio 2004
(riaperto il 15 ottobre 2004)


[ Yahoo! ]

CERCA